Il Superbonus per ristrutturare il tetto

Il Superbonus per ristrutturare il tetto

Intervento di Edil Coperture

 

Nuovo tetto installato da Edil Coperture
Ristrutturare casa è più semplice grazie al Superbonus contenuto nel Decreto Rilancio, che alza al 110% l’aliquota di detrazione per le spese sostenute per il miglioramento energetico degli immobili, per gli interventi antisismici, per l’installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture e per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

I lavori coperti dal credito d’imposta, definiti trainanti, sono il cappotto termico, gli interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti e il rifacimento del tetto, che può rientrare anche negli interventi antisismici, sé eseguito in zone a rischio terremoti.

I lavori di rifacimento del tetto vengono inseriti negli interventi trainanti poichè il Superbonus spetta nel caso di interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali (coperture, pavimenti) e inclinate.

L’Azienda Edil Coperture di Verona, che da anni si occupa del rifacimento di tetti e della sostituzione delle coperture in amianto, può intervenire nella ristrutturazione degli immobili oggetto del bonus.

Grazie alla collaborazione con altri esperti del settore, Edil Coperture è stata inserita in una filiera che permette la riqualificazione totale dell’edificio, sia per condomini che per singole abitazioni.

L'azienda veronese quindi si occuperà di tutti gli interventi di sostituzione delle coperture e di installazione dei pannelli fotovoltaici.

Agli interventi trainanti è inoltre possibile aggiungere le spese per lavori accessori di efficientamento energetico, installazione di impianti solari fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Se abbinati ai lavori di isolamento termico o di sostituzione di vecchi impianti di climatizzazione, rientrano nel Superbonus anche le spese di sostituzione di serramenti, infissi e schermature solari.

Il bonus viene erogato solo se gli interventi garantiscono il miglioramento di almeno due classi energetiche, dimostrato con l’APE (Attestato di Prestazione Energetica), che viene rilasciato da un tecnico abilitato.

 

Cookie