Tegole per tetto: tipologie, caratteristiche e materiali delle più diffuse

Tegole per tetto: tipologie, caratteristiche e materiali delle più diffuse

 

La scelta del materiale per la copertura del tetto è importantissima affinché riesca a proteggere l’immobile dal punto di vista termico - evitando un’eccessiva dispersione – dagli agenti atmosferici, su tutti pioggia e neve e persino dagli “ospiti” indesiderati, soprattutto volatili. Uno dei materiali più utilizzati, da sempre, sono le tegole. Esistono tanti criteri da prendere in considerazione per una scelta oculata, tra i quali il clima della zona, il contesto abitativo (zona residenziale, aperta campagna ecc. ) e lo stile dell’edificio. In base a queste variabili, si opterà per un determinato tipo di tegola. Vediamo le diverse tipologie più utilizzate e relative caratteristiche.

Tipi di tegole e proprietà: quali scegliere
  • Tegole canadesi: coperture molto resistenti e di semplice installazione, spesso utilizzate per tetti piani. Sono costituite da un multistrato: corpo centrale molto solido, primo strato di materiale bituminoso, spesso un foglio di lana di vetro ricoperto da strati di bitume con polipropilene, che garantisce elevata impermeabilità e altro strato in graniglia di ardesia, polvere di gres o altri materiali sintetici. Non resistono al fuoco, ma richiedono una manutenzione minima. Buon impatto estetico, vengono impiegate in zone di montagna, solitamente molto fredde.
  • Tegole in PVC: coperture leggere, ma durature e resistenti, seppur in maniera inferiore rispetto alle canadesi. Garantiscono un buon isolamento termico, sia in inverno che in estate e ottime proprietà impermeabilizzanti.
  • Tegole marsigliesi: tegola piana con profilo sagomato. L’installazione risulta semplice e avviene con la sovrapposizione degli incastri. Dotate di buona resistenza agli agenti atmosferici, sono costituite spesso da materiale laterizio, anche se esistono anche in alluminio e cemento.
  • Tegole in pietra naturale: buona resistenza alle intemperie e di ottimo impatto estetico, anche se l’installazione risulta difficoltosa e richiede tempo. Allo stesso modo, necessita di una manutenzione più frequente rispetto alle altre tipologie.
  • Tegole portoghesi: molto simili ai comuni coppi, anche se si differenzia perché caratterizzata da una parte piana, che non è presente nel coppo, interamente ondulato. Spesso prodotte in laterizio, ma presenti anche in acciaio, vetro, cemento e plastica, che determinano quindi le capacità di isolante termico. Rispetto alle marsigliesi, risultano asimmetriche, unendo la parte piana alla convessa. Ottime proprietà estetiche, sono solitamente impiegate in edifici storici.

Realizziamo coperture in tegole a Verona, Modena, Bologna, Vicenza, Padova, Reggio Emilia e Brescia: contattaci!

 

Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

X - CHIUDI
Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
Maggiori informazioni